+39 3294354268

6 foto per immaginare il tuo viaggio in Umbria

Esistono pochi luoghi al mondo capaci di racchiudere così tante emozioni in un territorio così poco esteso. L’Umbria è uno di loro.

Un piccolo scrigno dalla bellezza delicata, con una natura incontaminata, fatta di luoghi permeati di arte e di storia.

È la terra dei panorami che sanno parlare all’anima, che invitano al silenzio e alla meditazione. Tante strade si aprono lungo questa regione; puoi percorrere quella che preferisci. L’importante è godertela e fare tesoro di tutto quello che vedrai.
Ecco alcuni itinerari, da provare in tutte le stagioni, sintetizzati in 6 foto.

Alta Valle del Tevere, territorio da scoprire

Siamo nella parte più settentrionale dell’Umbria, al confine con le Marche e la Toscana. Qui puoi attraversare un lembo di terra lungo 50 km; partendo da San Giustino, procedendo in direzione sud-est, puoi fermarti a Città di Castello: un centro incantevole dalle origini antiche, ricco di palazzi medievali e rinascimentali.

Ti consigliamo di visitare almeno uno dei piccoli borghi che impreziosiscono questa bellissima area verdeggiante: Citerna, Pietralunga, Santa Maria Tiberina, Montone.
Proseguendo verso sud, troverai Umbertide, cittadella dominata da una rocca trecentesca e baciata dal fiume Tevere. In soli 25 minuti, percorrendo una strada panoramica molto piacevole, ti imbatterai in Gubbio: maestosa città medievale adagiata ai piedi del monte Ingino, con il capolavoro architettonico trecentesco di Piazza Grande.

Piazza Grande – Gubbio

Un’inusuale escursione nell’Alta Umbria è quella nelle terre attraversate dal fiume Chiascio. In una zona poco battuta ma ugualmente ricca di fascino, incontrerai: Valfabbrica, sorta da una ricca abbazia benedettina tuttora esistente; Gualdo Tadino, città antica e cordiale, lungo la via Flaminia; Fossato di Vico, antico insediamento delle genti umbre e poi Sigillo, con le sue grandi chiese affrescate; Costacciaro, sorto da un castello fortificato alle pendici del Monte Cucco e, a un tiro di schioppo, il comune sparso di Scheggia e Pascelupo.

Lago Trasimeno, cuore azzurro dell’Umbria

Da Umbertide, puoi anche dirigerti a nord-ovest, verso il Lago Trasimeno, passando per Corciano: grazioso borgo medievale su un promontorio circondato da uliveti. Il Trasimeno è il quarto lago più esteso d’Italia ma è profondo al massimo 6 mt; un paradiso per gli uccelli acquatici, con coste ricche di una grande varietà di specie vegetali.

Ad accoglierti Magione, centro di antica lavorazione del ferro battuto. Seguono poi Passignano, con il suo bel centro storico cinto di mura medievali e Tuoro che ha mantenuto le caratteristiche di antico villaggio di pescatori.

Nel mezzo del lago, tre isole. La Polvese, area protetta, la Minore, disabitata, e l’incantevole isola Maggiore, abitata da una piccola comunità: meno di 20 persone.

Lago Trasimeno

Tornando a riva incontrerai Castiglione del Lago, borgo arroccato su un colle da cui si godono eccezionali scorci panoramici. A fare da guardia al lago altri due paesi: Panicale, suggestiva terrazza sul Trasimeno e la piccola Paciano, deliziosa cittadella medievale.Poco distante Piegaro, noto per la lavorazione artigianale del vetro. Il borgo apre la strada verso Città della Pieve, che domina su Trasimeno e Val di Chiana con panorami grandiosi.

Valle Umbra, un dolce saliscendi di borghi

Dirigendoti da Città della Pieve verso il centro dell’Umbria, la prima tappa dell’itinerario sarà Perugia, capoluogo della Regione. Una città d’arte che merita di essere visitata e che offre scorci e commistioni tra antico e moderno: il Pozzo Etrusco e il Minimetrò, la Rocca Paolina con all’interno le scale mobili che portano all’acropoli e il Grande Nero di Burri.

Il viaggio prosegue lungo l’ampia piana nel cuore della regione solcata da diversi corsi d’acqua, disseminata di città e borghi dal fascino intatto. Come Assisi, adagiata sul Monte Subasio, importante centro spirituale e patria di San Francesco; Spello, museo a cielo aperto di epoca romana; Foligno, città ricca e operosa resa grande dalla famiglia Trinci, di cui è ancora visitabile lo splendido palazzo. Deviando per la valle del fiume Topino raggiungerai Nocera Umbra, cittadina ricca di reperti archeologici grazie alla sua collocazione lungo la Via Flaminia.

Nocera Umbra

Proseguendo da Foligno seguendo la Via Flaminia, arriverai a Trevi, città dell’olio e di grande cultura religiosa appoggiata su un colle. Scendendo in pianura, a Campello, potrai ammirare le incantevoli fonti del Clitunno. Il fiume scorre fino a Bevagna, borgo pianeggiante dalle magnifiche atmosfere medievali; nelle immediate vicinanze c’è Montefalco, borgo panoramico circondato da colline dove si produce il prelibato Sagrantino. 

L’ultima tappa di questo tour è Spoleto, città di origine romana dalle imponenti opere architettoniche e longevo ducato istituito dai Longobardi.

Valnerina e Ternano, la terra delle acque

Proseguendo dopo Spoleto si entra nella Valnerina, che si estende attorno all’alto corso del fiume Nera. È un territorio costellato di piccoli centri; alcuni suggestivi e sconosciuti, altri più noti. Incontrerai Norcia, il comune più orientale dell’Umbria, famoso per i tartufi e la lavorazione della carne di maiale; Cascia, città di Santa Rita immersa tra i boschi. Se cerchi viste superbe, esplora i Monti Sibillini. Salendo in quota, avrai di fronte a te l’immensa bellezza del Pian Grande di Castelluccio di Norcia: altopiano celebre per la sua variopinta fiorita tra giugno e luglio, mozzafiato in ogni stagione.

Pian Grande

Da Cascia, passando per Monteleone di Spoleto, entrerai in una terra di acque, del fiume Nera e dei suoi affluenti, a cavallo tra le province di Perugia e Terni.

C’è il borgo medievale di Scheggino, che conserva ancora parte delle mura e di un torrione; poco più giù le due spettacolari rocche di Ferentillo, antica borgata con terrazza sul Nera. Una sosta è d’obbligo per ammirare il grande salto delle Cascate delle Marmore: tre zoccoli calcarei che coprono 165 mt di dislivello; è una delle cascate più alte d’Europa.

Cascata delle Marmore

Passando per la piccola frazione di Papigno arriverai al centro di Terni. Città dell’acciaio, del Santo Valentino protettore degli innamorati e di testimonianze archeologiche (romane, medievali, rinascimentali e barocche) sopravvissute ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Vicino Terni troverai San Gemini, borgo che conserva il suo aspetto medioevale, noto per le sorgenti d’acqua minerale, utilizzate fin dall’antichità. Tra i due comuni, il sito archeologico romano di Carsulae, il più importante dell’Umbria.

Umbria Meridionale: borghi-castello e abbazie nella natura

Al di là del Nera, puoi iniziare il tuo itinerario da Narni, cittadella medioevale di grande suggestione; in età romana ospitava un porto e un cantiere navale, come testimoniato dal sito archeologico di Stifone. Percorrerai il territorio sud-occidentale dell’Umbria, un susseguirsi di minuscoli borghi-castello, di chiese e abbazie immerse nella natura: è il territorio caratterizzato dalla piccola ma bellissima catena dei Monti Amerini.

Dalla cima più alta si può ammirare tutta l’Umbria meridionale compresa nel triangolo Orvieto-Todi-Amelia.
Amelia è una città diventata florida in età romana, seconda solo a Carsulae per l’importanza dei reperti archeologici rinvenuti.

Orvieto è la famosissima città costruita su una rupe di tufo. Con i suoi quartieri così diversi per storia e fattezze e lo straordinario Duomo ha una magica atmosfera.

Orvieto

A 40 km di distanza c’è Todi, fondata dagli Umbri su un’altura a dominio della Valle del Tevere. Offre innumerevoli spunti storico-artistici, tra cui Piazza del Popolo, una delle più interessanti dell’Italia medievale per gli edifici storici e religiosi che vi si affacciano.

Risalendo verso Perugia puoi fermarti ad ammirare Deruta, piccola città famosa per la lavorazione della ceramica. 

In Umbria c’è così tanto da vedere che è difficile racchiudere in poche righe la sua bellezza. Lasciati guidare dallo sguardo e dalle emozioni che i suoi mille paesaggi ti suscitano. Girala in lungo e in largo, cattura gli scorci che preferisci; riguardandoli, sentirai che sarà valsa la pena di esplorarla.

Segui l’account Instagram umbriaunafotoalgiorno per tanti scatti su questa fantastica regione!